Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

The labyrinth of purgatory.

Molto simile all'inferno, ma con un po' di sofferenza interiore in più'. Avrei descritto cosi' ciò' che mi circondava. Un luogo tetro, polveroso e buio. La differenza e' che almeno da qui si può' scappare in qualche modo, dando la possibilità' alla tua anima di andare in un luogo migliore. Basta capire i propri errori... Continue Reading →

The true face of fear.

La corda attorno al mio polso era vecchia ed usurata. Se muovevo la mano o provavo a tirare mi pungeva ed irritava la pelle. Feci lunghi sospiri, cercando in vano di far passare l'effetto fin troppo duraturo di quella specie di anestesia. Avevo paura, provavo a muovermi ma a mala pena il mio corpo accenava... Continue Reading →

In the middle of the night.

Siamo tutti consapevoli di come la notte, per quanto buia e solitaria possa sembrare, porta consiglio. Infatti quella notte il mio cuore danzo' a lungo tra le varie emozioni che assilavano il mio essere. Mi giravo e rigiravo nel letto, senza sapere nulla. Mi sentii esattamente come al punto di partenza di questa avventura. Le... Continue Reading →

The real melody

Incredula per ciò che avevo appena visto, mi accartocciai nelle lenzuola fredde e dure di quell'istituto. Chiusi gli occhi, mentre un fiume di terrore attraversava il mio corpo. Mi rigirai nel letto per un po' prima di riuscire ad essere abbracciata dalla stanchezza. I muscoli si rilassarono e lentamente mi addentrai in un sonno profondo.... Continue Reading →

Dangerous game.

Sto correndo nel buio più completo. Nessuna luce o spiraglio di salvezza appare. Continuo, passo dopo passo, a correre sempre più veloce. Il fiato diventa corto e il cuore batte all'impazzata. Le gambe iniziano a tremare, non so da quanto  tempo sto correndo. Mi volto, quasi come se qualcuno fosse li ad osservarmi. Inciampo e... Continue Reading →

Confused reality.

Non vi fu tempo neanche per capire cosa fosse successo. VIdi un medico entrare, mia madre piangere e il mio corpo ripoerto di graffi, sanguinare.  Appena il dottore varcare la porta non feci a meno di notare la siringa che aveva in mano. Mia madre corse da me e mi tenne stretta mentre quell' essere... Continue Reading →

Fragments of pain.

Un rumore asordante di vetri rotti riempí il vuoto di quella camera. Una folata di vento mi fece cadere addosso le tende che avvolgevano la mia prigionia. Provai, il più velocemente possibile a trascinarmi verso la testata del letto. Non appena ci riuscii, avvolsi le braccia attorno al viso. Il vento che aveva distrutto la... Continue Reading →

The hidden truth.

Per Rowan, quella che stava trascorrendo, sarebbe stata una giornata particolarmente dolorosa. Un ragazzo sulla ventina, alto e di carnagione molto chiara, quasi cadaverica. I capelli neri gli incorniciavano un volto segnato da tanta sofferenza. Camminava verso la scuola. Gli occhi vuoti e spenti, quasi come se avesse visto la morte e si fosse arreso... Continue Reading →

The hand of fate.

Inspiravo ed espiravo velocemente, come se stessi correndo, ma non era così. Ero immobile, quasi come pietrificata, in mezzo alla strada. Un auto a tutta velocità si avvicina, non intende fermarsi. Provo a spostarmi ma senza successo. Il respiro si fa sempre più frenetico. Sento il cuore pompare all'impazzata. Perché non riesco a muovermi? Perché... Continue Reading →

The new light.

Sono una guerriera, una che non molla. Nonostante le cose negative della mia vita, sento di essere più forte di chiunque altro. Persino la morte stessa mi ha regalato un'altra possibilità. Che me la meritassi o meno, non è dato saperlo. Ma se perfino Lian aveva deciso per me, significava che a questo mondo, per... Continue Reading →

The noose of fate.

Un respiro profondo fa entrare nuova vita nei miei polmoni. Un'aria fresca e pura da una scossa d'energia al mio essere. Percepisco il corpo, vivo e pieno di forze. Allora è così che ci si sente quando il destino ti sorride, penso tra me e me. Apro le finestre e la luce accarezza la mia... Continue Reading →

The weight of the soul.

Mi lanciai sul letto. Avvolsi le coperte attorno al mio corpo e le strinsi più che potevo, quasi come se volessi un abbraccio. Mi era stato promesso che non avrei più provato nulla, ma non era stato così. Dal momento in cui quel vapore luminescente aveva sfiorato la mia pelle, qualcosa era cambiato. Non ero... Continue Reading →

How a heart breaks.

Ormai avevo perso ció che restava del mio essere dolce e innocente. Difronte a quello specchio non restava altro che un riflesso privo di emozioni. Niente amore, niente dolcezza. Ero ormai rimasta sola, priva di tutto quello che mi rendeva umana. Più provavo a guardare dentro la mia anima, più il vuoto e l'inesistenza di... Continue Reading →

Innocence lost.

Una voce calda e comprensiva riempiva il mio cuore, mentre le lacrime continuavano ininterrottamente a scendere. Le urla che rimbombavano in quelle mura non facevano altro che colpirmi come un pugnale. Solo quando quell'essere, attraverso lo specchio, parlava riuscivo a stare bene. Era come se la sua voce riuscisse ad entrare nel mio petto, calmando... Continue Reading →

Reflection of death.

Respiri lenti e profondi. Più inalo aria, più mi rendo conto di non averne abbastanza. L'ossigeno che dovrebbe farmi sentire meglio non riesce ad essere assorbito dai polmoni. Con il rallentare del respiro, i battiti aumentano. Sto forse per morire? Percepisco le pulsazioni del sangue andare a ritmo con l'ansia che pervade ogni mia singola... Continue Reading →

Like a phoenix.

Avvolta dalle fiamme mi stavo trasformando in cenere. Un bagliore illuminò il mio cuore, facendomi capire che finalmente avrei potuto porre fine a tutta quella sofferenza. Man mano che il calore aumentava percepivo il mio corpo trasformarsi in cenere. Dal caldo colore rosso e arancio, al freddo e neutro grigio. Piano piano mi trasformai in... Continue Reading →

The deception of happiness.

Un leggero bagliore di luce illuminó il mio viso. Aprii lentamente gli occhi, e mi resi conto di aver dormito molto. Mi alzai dal letto ed un profumo invitante mi costrinse a raggiungere il piccolo tavolo al centro della camera. Sopra al vetro delicato c'era un vassoio con del caffè caldo e molti dolci. Il... Continue Reading →

The view from Hell.

Ora avevo deciso chi essere. La scelta presa non era stata semplice, ma mi avrebbe permesso di vivere, o meglio sopravvivere. Mi ero nuovamente fidata di qualcuno che non voleva altro che il mio potere. Ero furiosa, arrabbiata e delusa da me stessa per essere stata così sciocca da credere che a qualcuno importasse di... Continue Reading →

The smile of lies.

L'uno avvinghiato all'altro. C'eravamo solo noi, illuminati dalla luce tenue e calda di un'amore proibito, ma vero. Bacio dopo bacio il mio cuore si legava sempre più al suo. Nello sguardo gelido di Kilian vidi una sfumatura di speranza, che man mano aumentava la sua intensità. Anche lui era veramente innamorato di me. Lo aveva... Continue Reading →

Another fate.

Mentre i miei occhi si perdevano in quel riflesso imperfetto, sentí nel mio cuore qualcosa sparire. Una lacrima nera scese dal mio occhio e macchiò il candore del mio viso. Ora ero diventata una demone. L'angelo che c'era in me si stava piano piano spegnendo. Una volta sparito del tutto avrei perso anche quel minimo... Continue Reading →

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑